Come attivare il ProRes su iPhone

L’Apple ha deciso d’inventare un po’ di tutto negli ultimi anni, per equipaggiare i loro prodotti. Certo, non ci si può dimenticare del Bionic, per Smartphone e Tablet, così come il più recente Apple Silicon M1 per Macbook, iMac e iPad Pro. Ma ci sono anche altre cose che la casa ha deciso di sistemare, e va molto di più oltre la semplice applicazione d’un formato HEVC, creato comunque dalla sua base all’esterno della casa. Parliamo infatti del formato video ProRes, basato sulla struttura di Quicktime. Anche se può suonare come solo un altro mezzo dell’Apple per tenere stretti gli utenti nel cerchio chiuso del loro ecosistema, in realtà vi sono spiegazioni ben chiare.

Il ProRes è infatti stato inventato per fornire la possibilità agli utenti di registrare video in un formato simile al RAW, ma già elaborato in un estensione ben riconoscibile da vari lettori multimediali ed ovviamente ogni altro dispositivo Apple a disposizione. Il formato RAW è semplicemente ciò che si può tradurre nella sua singola parola: crudo, puro. Si tratta d’un tipo di file che non ha alcun tipo di compressione e può essere perciò modificato senza perdite d’informazioni. Inoltre, appunto, offre una qualità 1:1 dall’obiettivo fotografico fino alla memoria interna.

What Is Apple ProRes on iPhone?

Questo è ciò che fa il ProRes: registra filmati in alta risoluzione senza perdite d’informazioni nella compressione.

Questo permette anche di elaborarne i contenuti mantenendo sempre la qualità professionale, e di passare il tutto rapidamente su altri prodotti Apple come un iMac – nel quale soprattutto in un paio di versioni specifiche è possibile decodificare il ProRes con una velocità a dir poco stratosferica.

Ma scendiamo nei dettagli di questa funzione. Normalmente il ProRes è disattivato, e per un paio di buone ragioni. La prima è che naturalmente registrare filmati in Full HD o 4K senza compressione richiede un sacco di spazio libero. La seconda è che naturalmente, anche se questa funzione è presente in un paio di versioni di iOS, bisogna comunque avere i componenti (e perciò il modello di iPhone giusto) capace di registrare questo formato.

Quali sono le specifiche per poter sfruttare il formato ProRes? Ecco cosa ci si può dire al proposito:

  • Un iPhone Pro. Al momento solo il modello 13 può sfruttare questa funzione agevolmente. Ovviamente il ProRes verrà con il tempo esteso anche ad altri prodotti ma questo è al momento l’unico dispositivo dell’Apple capace di registrare in questo formato. Vi sono alcune videocamere e fotocamere professionali che supportano però il ProRes.
  • Il modello specifico se s’intende registrare in Full HD o 4K. Proprio così: per via del suo peso, questo formato ha bisogno di molto spazio e l’Apple ha perciò pensato di personalizzare questa funzione a seconda della memoria interna. Per le versioni da 128Gb, si può solo registrare in Full HD. Dal 256Gb in poi è possibile registrare in 4K.
  • Bisogna avere a disposizione l’ultima versione di iOS. La possibilità di registrare in ProRes è stata inserita da iOS 15.1 in poi, perciò bisogna avere questa versione del sistema operativo a disposizione.

Vediamo ora come si può attivare il ProRes e come si può iniziare a registrare proprio con questo formato.

Innanzitutto bisogna accedere alle impostazioni. Fatto ciò, basta cercare le opzioni relative alla fotocamera. All’interno, è possibile selezionare i formati: se tutte le condizioni sono soddisfatte, sarà presente la scelta per attivare l’Apple ProRes. Una volta attivata questa funzione, bisogna regolare la risoluzione video preferita. A seconda del modello che avete a disposizione, bisognerà attivare o quella 1080p HD a 60 fotogrammi, oppure la 4K a 30 fotogrammi (o fps).

Una volta regolati questi aspetti, entrate pure nell’App fotocamera. Sarà messo a disposizione un piccolo pulsante chiamato “ProRes” posto in alto. Premendo su quel pulsante sarà possibile attivare il formato, con un indicatore di quanti minuti si può registrare con lo spazio a disposizione.

Il ProRes è un formato indubbiamente molto comodo per chi vuole lavorare nel settore professionale, ma non bisogna dimenticare di quanto spazio occupa. Un minuto in 4K equivale infatti a 6Gb, per questo può essere adeguato comprare un iPhone 13 Pro con una memoria interna molto capiente per poter registrare tranquillamente questo video senza tanti intoppi. Le varie restrizioni rendono il ProRes ancora difficile da ottenere, ma ha indubbiamente i suoi grandi vantaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *