Android 13 consente la condivisione dello schermo su un computer

Android 13 ti consentirà di vedere lo schermo mobile su un PC. Si tratta di una delle novità che includerà il prossimo aggiornamento del sistema operativo Google e la cui presenza è stata rilevata nella prima beta per gli sviluppatori di tale aggiornamento, e può anche essere attivata per la verifica.

L’opzione di condivisione dello schermo non avrà più bisogno che i dispositivi esterni siano nativi in ​​Android 13

Questa nuova funzione ti consentirà di connettere uno smartphone su cui è installato Android 13 a un computer in modo che sul suo schermo appare lo schermo del cellulare. In questo modo si ingrandisce notevolmente la dimensione dello schermo su cui vengono visualizzati i contenuti su uno smartphone, il che permette di godere dei contenuti in uno spazio più ampio e, come grande novità, senza la necessità di accessori o dispositivi aggiuntivi.

La possibilità di condividere lo schermo mobile con un monitor o un televisore fino ad ora era già possibile, ma richiedeva l’intermediazione di hardware sotto forma di dispositivo Chromecast o simile, ma con Android 13 diventerebbe una caratteristica nativa del sistema operativo stesso proprio come già accade in iOS con Mirror Mode.

La verità è che ci sono già alcuni produttori, come Huawei, che offrono sui loro smartphone e PC la possibilità di collegare entrambi i dispositivi in ​​modo che ciò che mostra il primo possa essere visto sullo schermo del secondo.

Data l’origine comune di Android e ChromeOS (il sistema operativo dei popolari computer Chromebook), la funzione funziona in modo più fluido e stretto sui dispositivi con questi sistemi operativi, Ma è anche compatibile con i sistemi operativi Windows 11 e macOS. La funzione non solo condivide lo schermo ma anche adatta l’interfaccia per migliorare la maneggevolezza a causa delle differenze di formato e proporzioni tra lo schermo di uno smartphone e quello di un computer.

Ad esempio, quando si condivide lo schermo con un dispositivo Windows 11, viene visualizzato un menu laterale in cui vengono visualizzate le notifiche e un pulsante nella parte inferiore dello schermo che offre l’accesso alle applicazioni. E sia in Windows che in macOS le applicazioni può essere azionato utilizzando la tastiera e il mouse del computer.

Inoltre, Android 13 sarà anche in grado di eseguire Windows 11 su uno smartphone tramite una macchina virtuale, potendo eseguire alcune applicazioni del sistema operativo Microsoft. La versione di prova per gli utenti di Android 13 dovrebbe apparire nei prossimi mesi e la versione finale potrebbe apparire alla fine dell’estate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *